Carthago: il mito immortale

In esposizione, nei monumentali spazi del Colosseo e del Foro Romano, più di quattrocento reperti per rileggere la storia e la civiltà di una delle città più potenti del mondo antico nel suo rapporto con Roma.

Interessanti ricostruzioni multimediali e tutta una serie di reperti provenienti da collezioni dei musei archeologici nazionali e stranieri come quelli di Cartagine e del Bardo di Tunisi, di Beirut in Libano, di Madrid e di Cartagena in Spagna e dalle campagne di ricerca nel mare delle Egadi, fanno parte della mostra “Carthago”.

In evidenza la storia di Cartagine dalla sua fondazione all’espansione nel mediterraneo fino alla terza guerra punica (149-146 a.C.) che vide la sua distruzione ad opera di Scipione Emiliano.

In esposizione anche una ricostruzione del Moloch del film Cabiria, diretto da Giovanni Pastrone e sceneggiato da Gabriele D’Annunzio.

 

Scheda informativa

Titolo: “Carthago”

Sede: Colosseo / Foro Romano – Largo della Salara Vecchia 5/6 –  00186 Roma (RM)

Enti promotori: Parco archeologico del Colosseo

Curatori: Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo, Francesca Guarneri, Paolo Xella, José Ángel Zamora López, Martina Almonte, Federica Rinaldi

Periodo: dal 27 settembre 2019 al 29 marzo 2020.

Orario d’apertura: da ottobre a dicembre 8.30-16.30 / Dal 2 gennaio al 15 febbraio 8.30 – 16.30 / Dal 16 febbraio al 15 marzo 8.30 – 17.00 / Dal 16 marzo al 29 marzo 8.30 – 17.30 – La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto d’ingresso: €. 12,00 – ridotto €. 7,50

Sito Web: www.parcocolosseo.it

 

Cosa vedere nelle vicinanze

Fori Imperiali, Colle Palatino, Domus Aurea, Piazza Venezia, Altare della Patria, Piazza del Campidoglio, Musei Capitolini, Mercati Traianei, Carcere Mamertino, Pantheon, Piazza Navona, Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, Scalinata monumentale alla Chiesa di Trinità dei Monti, Basilica di San Pietro in Vincoli, Giardini di Villa Borghese, Piazza del Popolo, Terrazza del Pincio, Ponte di Castel Sant’Angelo, Chiesa di Santa Maria in Aracoeli.

You may also like...